L’operazione con l’estero “fallita”: nota in diminuzione del cessionario